Assegno Unico e Universale – Per tutte le Famiglie con figli a carico

Ultima Modifica in Gennaio 3, 2022 by Santo ORSA Dottore Commercialista

Che cos’è

L’Assegno unico e universale è un sostegno economico alle famiglie attribuito per ogni figlio minorenne a carico e fino alla maggiore età e, al ricorrere di determinate condizioni, fino al compimento dei 21 anni di età

A chi e rivolto

A tutte le famiglie con figli a carico a prescindere dall’appartenenza ad una specifica categoria di lavoro: disoccupati, dipendenti, lavoratori autonomi e professionisti.

Limitatamente ai lavoratori dipendenti, dal mese di marzo 2022, non si vedranno più in busta paga gli effetti delle detrazioni e degli assegni familiari, in quanto saranno assorbiti dall’assegno unico universale.

Requisiti

Non sono richiesti particolari requisiti, per questo viene definito “universale” perché è garantito a tutte le famiglie con figli a carico residenti e domiciliate in Italia.

Per i nuclei con figli maggiorenni e di età inferiore ai 21 anni, per potere beneficiare dell’assegno devono essere in possesso, al momento della presentazione della domanda, di uno dei seguenti requisiti:

1) frequenza di un corso di formazione scolastica o professionale ovvero di un corso di laurea;

2) svolgimento di un tirocinio ovvero di un’attività lavorativa e possesso di un reddito complessivo inferiore a 8.000 euro annui;

3) registrazione come disoccupato e in cerca di lavoro presso i servizi pubblici per l’impiego;

4) svolgimento del servizio civile universale.

Importo dell’assegno

L’importo dell’Assegno Unico (fino a 175,00 euro al mese per ogni figlio) è determinato sulla base dell’ISEE del nucleo familiare. La certificazione ISEE non è obbligatoria. Chi non presenta l’ISEE avrà l’importo minimo (50 euro mese e 25 euro per i maggiorenni) e potrà comunque presentarla in un secondo momento.

Esempio di calcolo: Famiglia con tre figli minorenni e ISEE pari a 20.000, riceverà un assegno pari a 521,00 euro, con due figli l’assegno sarà di 300,00 euro.

Modalità di erogazione

Il pagamento sarà effettuato in misura intera al genitore richiedente con possibilità di fornire nel modello di domanda, oltre ai suoi dati di pagamento, anche quelli dell’altro genitore, al fine del pagamento dell’assegno in misura ripartita.

Simulatore

È online sul portale INPS il simulatore dell’Assegno unico e universale. Il servizio permette agli interessati di simulare l’importo mensile della nuova prestazione di sostegno per i figli a carico.

Istanza

Dal 1° gennaio 2022 è possibile, previa autenticazione SPID, presentare la domanda per l’Assegno unico e universale tramite il servizio online messo a disposizione dall’INPS.

Per le domande presentate a partire dal 1° gennaio al 30 giugno, l’assegno decorre dalla mensilità di marzo;

Per le domande presentate dal 1° luglio in poi, la prestazione decorre dal mese successivo a quello di presentazione.