Proroga scadenze Patente e Altro

Ultima Modifica in Giugno 23, 2021 by Santo ORSA Dottore Commercialista

Proroga di 7 mesi delle scadenze Patenti, revisioni, CQC e altri documenti

In considerazione dello stato di emergenza nazionale dovuta all’epidemia di Covid-19, la circolare 0051340 del Ministero dell’Interno datata 5 giugno 2020 indica le nuove scadenze che sono valide dal 4 giugno 2020 in tutti gli Stati dell’Unione Europea, Italia compresa.

Questa disposizione, va sottolineato, risulta più favorevole rispetto alla norma introdotta dal decreto Cura-Italia di marzo. Con quel provvedimento era stata prorogata fino al 31 agosto 2020 la validità delle patenti in scadenza dal 31 gennaio.

Per le patenti di guida, scadute o in scadenza tra il 01 febbraio 2020 e il 31 agosto 2020, la loro validità si considera prorogata di 7 mesi dalla data di scadenza indicata e in tale periodo il titolare potrà di circolare in tutta l’UE.


Revisioni Auto, Moto e altro

In generale il decreto Cura Italia ha autorizzata fino al 31 ottobre 2020 la circolazione dei veicoli con revisione in scadenza tra 1 febbraio e entro il 31 luglio 2020. Con il recepimento della normativa europea si sono presentate le seguenti eccezioni:

Veicoli immatricolati in Italia delle categorie M, N, 03, 04 e Ts con:

  • revisione scaduta prima del mese di febbraio 2020, possono circolare sul solo territorio nazionale sino al 31 ottobre 2020 senza aver effettuato la revisione periodica o annuale.
  • con revisione scaduta nel mese di febbraio (29 febbraio 2020), possono circolare sul territorio nazionale sino al 31 ottobre 2020 e sul territorio degli altri Paesi dell’UE sino al 30 settembre 2020.
  • revisione scaduta nel periodo compreso tra il 31 marzo 2020 e il 31 agosto 2020, possono circolare sul territorio dei Paesi Ue compresa l’Italia per i 7 mesi successivi alla scadenza prevista dalle norme vigenti in Italia.

Infine i veicoli appartenenti alle categorie L (ciclomotori, motocicli, tricicli e quadricicli), O1 e O2 (rimorchi) immatricolati in Italia, la cui revisione è scaduta o scadrà entro il 31 luglio 2020 – esclusi dall’applicazione del regolamento europeo – possono circolare solo sul territorio nazionale fino al 31 ottobre 2020 senza aver effettuato la prevista revisione.